Istituto  Spirito Santo

Aventino - Roma

Via Asinio Pollione, 5
00153 Roma RM
Telefono: 06 574 3432


della Congregazione

 Figlie dell'Immacolata

Concezione

di Buenos Aires

Asilo

Nido

Scuola

dell'Infanzia

Scuola

Primaria

La scuola italiana si avvale di organi di gestione, rappresentativi delle diverse componenti scolastiche, interne ed esterne alla scuola: docenti studenti e genitori. Questi organismi a carattere collegiale sono previsti a vari livelli della scuola (classe, istituto) I componenti degli organi collegiali vengono eletti dai componenti della categoria di appartenenza; i genitori che fanno parte di organismi collegiali sono, pertanto, eletti da altri genitori. La funzione degli organi collegiali è diversa secondo i livelli di collocazione: è consultiva e propositiva a livello di base (consigli di classe e interclasse); è deliberativa ai livelli superiori (consigli di circolo/istituto, consigli provinciali). Il regime di autonomia scolastica accentua la funzione degli organi collegiali.


Consiglio di Istituto 

Il Consiglio di Istituto della Scuola dell’Infanzia e Primaria dell’Istituto Spirito Santo è composto dal rappresentante dell’Ente gestore, dalla Coordinatrice didattica, da n.6 Rappresentanti degli insegnanti (n.3 della Scuola dell’Infanzia e n.3 della Scuola Primaria), da n.6 Rappresentanti Genitori (n.3 della scuola dell’Infanzia e n.3 della Scuola Primaria) e da un rappresentante del Personale tecnico e amministrativo. L'appartenenza ai rispettivi settori (Scuola Infanzia e Primaria) dei docenti e dei genitori rappresentanti è condizione essenziale per l'elezione a membro del C.I.Possono essere chiamati a partecipare agli incontri collegiali a titolo consultivo gli specialisti che operano in modo continuativo nella Scuola con compiti medico-psico-pedagogici e di orientamento, ed anche altri esperti esterni, a giudizio del Presidente o dietro richiesta di almeno 1/3 dei membri del Consiglio. Considerate le specifiche finalità educative ispirate alla concezione cristiana della vita, ogni iniziativa e decisione di qualsiasi Organo Collegiale dovrà essere in sintonia con le suddette finalità; perciò all’Ente Gestore spetta il giudizio sulla eventuale difformità degli atti collegiali dalle finalità istituzionali. Tutti i chiarimenti riguardanti la scuola paritaria sono disciplinati dalla CM 31/03 e dalla Legge 62/00.